Rito Civile freddo e privo di emozioni?!
Niente di più sbagliato!!

Rito civile nel verde del Casale dei Baroni

Avete deciso di sposarvi, ma per varie ragioni avete optato per una cerimonia civile e non religiosa?
In primo luogo, accertatevi che la location che intendete scegliere abbia le carte in regola per far si che il vostro sia un matrimonio valido ad ogni effetto di legge. A questo proposito, ogni comune d’Italia possiede molti luoghi, dal valore anche storico, dove poter estendere la propria ufficialità: solo così il matrimonio potrà essere celebrato in un contesto suggestivo e affascinante al pari di un matrimonio di tipo religioso e con la valenza di quello civile che si svolge negli ambienti freddi di un municipio; il Casale dei Baroni, residenza storica Seicentesca, è uno di questi luoghi!

Ecco dei consigli per renderlo indimenticabile:

  1. Studiate una buona colonna sonora così da sottolineare i momenti più importanti; la pianificazione musicale, sviluppata con la giusta cura e professionalità, può sicuramente contribuire a sottolineare il carico emotivo davvero straordinario che questo momento reca con sè.
  2. Personalizzate l’ambiente con allestimenti e fiori che più vi piacciono. Vi consigliamo di optare per il punto più scenografico della location e renderlo meraviglioso con sedie adatte, tappeto e altri dettagli, ma in particolare non trascurate l’allestimento floreale: i fiori sono sempre tra gli invitati più graditi alle nozze, non scordatelo mai! Se poi scegliete i fiori della stessa tipologia di quelli utilizzati per il ricevimento, ancor meglio: darete un fil rouge a tutto l’evento!
  3. Inserite nella scaletta le letture dei vostri ospiti più cari e scambiatevi le vostre personali promesse : potranno essere dedicate al vostro amore, alla vostra famiglia o ai vostri amici.
  4. Suggellate la cerimonia con riti simbolici dal forte potere emozionale. Ve ne presentiamo solo alcuni:
    • Rito della luce con le candele. La sposa e lo sposo hanno una loro candela accesa, e con queste accendono insieme una candela più grossa. Il loro amore alimenta un unico fuoco.
    • Rito della sabbia. La sabbia della sposa e quella dello sposo (di colore diverso), vengono versate in un grosso recipiente. Il vaso può essere conservato come ricordo.
    • Rito del calore degli anelli. Le fedi, in un involucro, vengono passate di mano in mano agli invitati, che avranno la possibilità di tenerle per qualche momento per concentrarsi sulla coppia e sulla loro felicità.
    • Rito dei nastri. Si effettua con quattro nastri colorati che rappresentano gli elementi ( acqua, aria, terra e fuoco). Questi nastri legano i polsi dei due coniugi: il simbolo del loro legame.
    • Cerimonia delle rose. Gli sposi tengono in mano due rose rosse e le collocano in un unico vaso: è il primo regalo che si scambiano come marito e moglie!
    • Rito del vino. Due buone bottiglie di vino e alcune frasi d’amore vengono sigillate in una scatola che potrà essere aperta solo dopo un numero predefinito di anni: perchè l’amore migliora col tempo, così come il vino.
  5. Ricordate infine di non trascurare i piccoli dettagli: libretti della cerimonia, ventagli, conetti per il riso e sacchettini con petali profumati. In particolar modo quando gli invitati vengono da lontano o devono affrontare qualche disagio per il matrimonio, o semplicemente quando si vuole coccolarli un pò, si può valutare di inserire questo e/o altro nella “wedding bag”, una borsetta in carta, vimini o stoffa, ovviamente in linea col tema scelto per il vostro matrimonio!

Pensate ancora che il rito civile sia meno emozionale di un matrimonio religioso? 🙂

IL CASALE Srl © 2017 - Tutti i diritti riservati - P.IVA 03700650611 | Privacy & Cookie | Credits
IL CASALE Srl © 2017 - Tutti i diritti riservati - P.IVA 03700650611 | Privacy & Cookie | Credits